Terminator 's somiglianze inquietanti ai limiti esterni

Ah, l’autunno del 1964. “Oh, Pretty Woman” e “Do Wah Diddy Diddy” stavano giocando alla radio, Spider-Man aggrovigliato con Sandman nei fumetti Marvel, e Il Terminator era in TV sabato sera. OK, il film d’azione sci-fi in realtà ha debuttato nelle sale cinematografiche 20 anni dopo, ma molti hanno notato somiglianze sospette tra il film di James Cameron e due episodi della serie LBJ-era The Outer Limits. Entrambi gli episodi in questione sono stati scritti dal prolifico autore di fantascienza Harlan Ellison, ed entrambi coinvolgono un uomo che viaggia indietro nel tempo, inseguito da nemici oscuri. (Suona familiare?)

In “Soldier”, trasmesso il 19 settembre 1964, un viaggiatore del tempo muore difendendo gli umani moderni da un altro viaggiatore del tempo che è una macchina assassina implacabile e amorale. Nella puntata di ottobre 17, “Demone con una mano di vetro”, un protagonista dell’anno 2964 apprende che mentre è stato rimandato a diventare il salvatore dell’umanità, in realtà è solo un robot racchiuso in pelle umana. I dettagli della scena contengono paralleli inquietanti al blockbuster di Ahnuld, come il modo in cui un tizio del futuro si materializza improvvisamente in una strada nell’America attuale, o la vista spettrale di un ragazzo dall’aspetto normale con una mano robotica.

Visualizza altro

Non molte persone hanno visto quegli episodi, perché i boneheads alla ABC programmavano Outer Limits di fronte allo spettacolo enormemente popolare Jackie Gleason’s American Scene Magazine. (NBC avvitato l’originale Star Trek in un modo simile-qualcuno dovrebbe viaggiare indietro nel tempo e costringere quei dirigenti di rete per fornire migliori fasce orarie per sci-fi.) Ma il famoso combattivo Ellison credeva che fossero stati visti da qualcuno nel team di produzione di Cameron, e ha portato la causa sulle somiglianze tra Terminator e “Soldier.”I termini dell’accordo risultante sono sigillati, ma i crediti del film ora includono la linea”, Riconoscimento alle opere di Harlan Ellison.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.