Oltre il SEO convenzionale: svelare il mistero della giostra del prodotto biologico

Iscriviti per i nostri riassunti giornalieri del panorama di search marketing in continua evoluzione.

Nota: Inviando questo modulo, accetti i termini di Third Door Media. Rispettiamo la tua privacy.

Brodie Clark settembre 3, 2019 a 11: 11 am

  • Categorie: Tutte le cose SEO Colonna, Canale: Vendita al dettaglio,Google, Google: SEO, Motori di ricerca: Shopping Search Engines
  • All’inizio dell’anno, Valentin Pletzer ha scoperto che Google aveva iniziato a mostrare un carosello di “Prodotti popolari” per un sottoinsieme di query nei risultati di ricerca.

    A quel tempo, molti credevano che questo nuovo carosello fosse un annuncio che Google non aveva etichettato correttamente. Ma si scopre che questa caratteristica era in realtà un risultato organico.

    Nello stesso giorno, Google ha pubblicato un articolo intitolato: Aiuta i clienti a scoprire i tuoi prodotti su Google. Sulla base del contenuto di questo articolo, non era chiaro che questo fosse correlato.

    E ‘ stato solo in un luogo di ritrovo centrale Webmaster con John Mueller che sono stato informato della connessione.

    Vedi la risposta di John alla mia domanda alle 21:55 qui:

    L’articolo di Google non ha fornito alcuna specifica relativa al popolare carosello di prodotti, con l’unica immagine referenziata come un pannello di conoscenza del prodotto.

    Sono stato, tuttavia, in grado di individuare tre nuove funzionalità SERP che operano in modo simile: Prodotti popolari, Migliori prodotti Prodotti simili.

    sulla base di 250 risultati di ricerca univoci, su 20 segmenti di prodotto

    Come accennato, questa funzione è attualmente disponibile solo negli Stati Uniti, ma è prevista per avere supporto in altri paesi entro la fine di quest’anno (potrebbe essere tra un paio di mesi).

    Sono basato in Australia, quindi non è qualcosa che mi imbatto nelle mie ricerche quotidiane, ma lavoro con alcune aziende negli Stati Uniti che hanno la funzione attivata per alcune query importanti per cui si classificano.

    Sia i prodotti popolari che i migliori caroselli di prodotti occupano un bel po ‘ di SERP real estate, con il posizionamento generalmente sopra la piega sul desktop. Questo vale anche per il pannello di conoscenza del prodotto che viene spesso attivato dopo che è stata effettuata una selezione da un carosello di prodotti biologici (OPC).

    Secondo l’esperto di Mobile marketing, Cindy Krum di MobileMoxie, questi caroselli sono anche molto visibili nei risultati di ricerca mobili. Lei spiega:

    “Questo è un nuovo modo per classificare i prodotti e guidare le conversioni senza effettivamente classificare intere pagine – . È particolarmente fastidioso per i SEO perché nessuno degli strumenti sta segnalando che il carosello è anche lì. L’unico modo per sapere è fare test perché Google non fa gli OPC in Search Console, quando riporta clic, impressioni, CTR e posizione media.

    L’altra cosa che è interessante e potenzialmente minacciosa per i SEO è che questi risultati si collegano ai pannelli di conoscenza del prodotto, prima che si colleghino alla tua pagina web. Ciò significa che chiunque venda il prodotto può essere incluso nel carosello e potenzialmente inserito in una griglia di confronto dei prezzi sul pannello di conoscenza del prodotto, il tutto prima che qualcuno arrivi a una pagina in cui possa convertire sul tuo sito. Una parte importante e nuova dell’e-commerce SEO potrebbe essere il monitoraggio e l’ottimizzazione di questi risultati del pannello di conoscenza del prodotto, per migliorare la conversione, dal momento che ora potrebbero essere un gate-keeper. Umoristicamente, il modo in cui funzionano è un po ‘ come le vecchie pagine di doorway che Google ha combattuto così duramente contro anni fa.”

    – Cindy Krum

    Guardando 250 risultati di ricerca unici in 20 segmenti di prodotto negli Stati Uniti, sono stato in grado di comprendere le tre nuove funzionalità SERP:

    1. Prodotti popolari (PP): dei tre diversi caroselli, PP è apparso più comunemente sulla base della mia analisi. Essi operano in caroselli di fino a 10 prodotti, con 5 essendo visibile alla volta sul desktop e quattro sul cellulare. Le inserzioni includono un’immagine del prodotto, un titolo e una valutazione recensione stelle e contare.

    Prodotti popolari carosello sul desktop (5 elenchi di prodotti visibili).
    Prodotti popolari carosello sul cellulare (4 elenchi di prodotti visibili).

    2. Migliori prodotti (BP): BP è apparso meno frequentemente di PP, ma occupano una notevole SERP immobiliare quando vengono attivati. Essi operano in un carosello di fino a 16 prodotti, con tre essendo visibile alla volta sul desktop e 2.5 sul cellulare. Gli elenchi dei prodotti in genere mostrano un’immagine, recensioni titolo (come PP), ma mostrano anche il prezzo e alle pubblicazioni in cui il prodotto è stato menzionato (insieme ad altri dettagli specifici del prodotto sul cellulare).

    Migliori prodotti carosello sul desktop (3 elenchi di prodotti visibili).
    Best Products carousel on mobile (2.5 elenchi di prodotti visibili).

    3. Prodotti simili (SP): i caroselli SP sembrano di solito essere attivati quando l’acquirente è più in basso nell’imbuto e sta ricercando un marchio specifico. Questa è la tua opportunità di ottenere il tuo prodotto di fronte a un cliente che pensa di aver ristretto la propria scelta all’offerta di un concorrente (ma questo può funzionare al contrario). Essi tendono ad avere fino a sei prodotti in una giostra, con quattro essendo visibile alla volta sul desktop e 2.5 sul cellulare. SP generalmente contengono gli stessi dettagli come PP.

    Carosello di prodotti simili sul desktop (4 elenchi di prodotti visibili).
    Carosello di prodotti simili su dispositivi mobili (2.5 elenchi di prodotti visibili). Nota: questo è un popolo Anche la ricerca di funzionalità con un “Confronta” CTA, che è molto diverso da desktop.

    Come influenzare il carosello di prodotti biologici

    Nel post del blog di Google, hanno dettagliato tre fattori che sono input chiave: dati strutturati sul tuo sito Web, fornendo informazioni sul prodotto in tempo reale tramite il Centro, oltre a fornire ulteriori informazioni tramite il Centro produttore.

    Questa sezione dell’articolo esplorerà la guida di Google, insieme ad alcuni commenti di ciò che ho notato in base alle mie esperienze.

    1. Assicurati che il markup del prodotto sia convalidato

    La chiave qui è assicurarsi che il markup del prodotto con dati strutturati sulla tua pagina aderisca alle linee guida di Google e sia convalidato.

    È possibile farlo utilizzando lo strumento di test dei dati strutturati, insieme al report Prodotti all’interno di Google Search Console. Per ulteriori informazioni sulla convalida del markup, consulta le linee guida di Google e le guide scritte da esperti del settore.

    La chiave qui è assicurarsi che Google possa accedere alle informazioni sul prodotto per visualizzarle come frammenti in varie applicazioni.

    Su una nota correlata (anche non correlata), dai un’occhiata a questo frammento di SERP che ho trovato mentre facevo ricerche per questo articolo:

    Jegens sono incandescente sia dentro che fuori le SERP. Con le stelle arancioni stai vedendo frammenti rich standard utilizzando AggregateRating attraverso schema.org (a cosa si riferisce questo primo passo).

    Ma le valutazioni qui sotto in nero sono da dati tabulari. Questo a volte accade quando si utilizza < tabella> su una pagina. Non riesco davvero a controllare quei frammenti. Molto raro vedere entrambi insieme.

    2. Invia il tuo feed di prodotto a Google tramite Merchant Center

    Questo è dove inizia a diventare interessante. Utilizzando il Merchant Center di Google, i feed di prodotti statunitensi hanno ora la possibilità di inviare dati tramite una nuova destinazione.

    La differenza qui per Google è che i rivenditori sono in grado di fornire informazioni più aggiornate sui loro prodotti, piuttosto che aspettare che Google esegua la scansione del tuo sito (cosa succede nel passaggio 1).

    Selezionando la casella “Superfici su Google” puoi concedere l’accesso al feed dei prodotti dei tuoi siti Web, consentendo ai tuoi prodotti di essere idonei in aree come Ricerca e Google Immagini.

    Ai fini di questo studio siamo più interessati alla ricerca, con il carosello di prodotti biologici in mente. La “Rilevanza” delle informazioni è il fattore decisivo di questa funzione.

    Google afferma che per far funzionare questa funzione di Ricerca, non è necessario disporre di una campagna Google Ads. Basta creare un account, quindi caricare un feed di dati del prodotto.

    Commento dell’esperto PPC Kirk Williams:

    “Impostazione di un feed in Google Merchant Center è diventato ancora più semplice nel corso del tempo dal momento che Google vuole garantire che essi hanno il diritto di accesso, e che i rivenditori possono ottenere i prodotti in annunci! È necessario assicurarsi di aggiungere tutte le informazioni aziendali e di spedizione/informazioni fiscali a livello di account, e quindi è possibile impostare un feed abbastanza facilmente con il team di sviluppo, un fornitore di terze parti come Feedonomics, o con fogli Google. Come noto nel mio “Guida per principianti agli annunci commerciali”, essere consapevoli del fatto che il feed può richiedere fino a 72 ore per elaborare, e anche di più per iniziare a mostrare in SERP. La pazienza è la chiave qui se solo la creazione di un nuovo Merchant Center… e assicurarsi di rimanere su quelle disapprovazioni come Google preferisce un account GMC pulito e applicherà filtri di disapprovazione del prodotto più aggressivi per gli account con più disapprovazioni. “

    – Kirk Williams

    Per un cliente con cui sto lavorando, completando questo passaggio molti dei loro prodotti sono stati aggiunti alla top 10 del carosello PP. 1 dei quali è nella top 5, essendo visibile quando la SERP carica per la prima volta.

    Ciò significava che, in questo scenario specifico, i dati strutturati del prodotto che Google stava regolarmente strisciando e indicizzando negli Stati Uniti non erano sufficienti da soli per essere considerati per il carosello di prodotti biologici.

    Nota: i prodotti che sono stati aggiunti al carosello erano già considerati “popolari”ma Google non li aveva aggiunti. Non è garantito che i tuoi prodotti verranno aggiunti solo perché questo passaggio è stato completato. si tratta davvero della prominenza del tuo prodotto e della rilevanza per la query (come qualsiasi altra pagina che si classifica).

    3. Creare un feed aggiuntivo tramite Manufacturer Center

    Il passo successivo prevede l’utilizzo del Manufacturer Center di Google. Anche in questo caso, questo strumento funziona allo stesso modo come Merchant Center: si invia un feed, e può aggiungere ulteriori informazioni.

    Queste informazioni includono descrizioni dei prodotti, varianti e contenuti ricchi, come immagini e video di alta qualità che possono essere visualizzati all’interno del pannello di conoscenza del prodotto.

    Dovrai prima verificare il nome del tuo marchio all’interno della Dashboard del Centro produttore, quindi puoi procedere al caricamento del feed del prodotto.

    Quando Google fa riferimento al “Pannello di conoscenza del prodotto” nella loro versione, non è lo stesso tipo di pannello di conoscenza che molti nel settore SEO sono abituati.

    Questo pannello di conoscenza del prodotto contiene informazioni molto diverse rispetto al KP standard che è comunemente alimentato da Wikipedia e appare in varie capacità (in base alla quantità di dati a cui ha accesso).

    Ecco come appare questo pannello di conoscenza del prodotto nel suo stato più raffinato, completamente popolato con tutte le informazioni che possono essere visualizzate:

    Tipo #1 mostra solo l’immagine del prodotto (s), il titolo e il conteggio recensione.

    Tipo #2 è un’espansione sul tipo #1 con ulteriori dettagli del prodotto, e un altro link alle recensioni.

    Il tipo # 3 è il pannello di conoscenza dall’aspetto più standard, con la possibilità di condividere un link con un’icona in alto a destra. Questo pannello di conoscenza del prodotto ha una descrizione e più di una ripartizione delle recensioni, con la valutazione media. Questo è lo stato evoluto in cui tendo a vedere gli annunci inseriti all’interno.

    Type #4 è un’espansione del tipo #3, con la possibilità di filtrare le recensioni e cercare nel database con parole chiave diverse. Questa è una funzionalità particolarmente utile quando si valuta la fonte delle recensioni aggregate.

    In base ai miei test con un cliente negli Stati Uniti, l’aggiunta delle informazioni aggiuntive tramite Manufacturer Center ha comportato l’aggiunta di un nuovo prodotto a un carosello PP.

    Questo è successo due settimane dopo aver inviato il feed, quindi potrebbe esserci ancora un impatto a venire. Probabilmente aspetterò più a lungo e poi testerò un approccio diverso.

    Da dove Google ottiene i dati di revisione?

    Indagare da dove provengono i dati di revisione che popolano il pannello di conoscenza del prodotto è stato uno dei misteri più grandi di questo studio. Ci sono stati casi in cui la fonte era chiara e altri in cui non lo era affatto.

    Dei 250 risultati che ho analizzato, c’erano 36 risultati (14%) in cui non ero in grado di determinare la fonte delle recensioni. Questo è stato principalmente perché non c’era un prodotto attivo Listing Ad (PLA) per il prodotto.

    Per esempio, facendo clic sulla scheda dal PP carosello qui sotto per Jack Daniel’s Inverno Jack Apple Punch” non porterà ad una Conoscenza del Prodotto Pannello:

    Il passo successivo per l’indagine è cliccare con il Commerciale la scheda, assicurandosi che le Impostazioni di Ricerca sono alterati per gli stati UNITI come paese (se non si trova lì), poi attraverso il filtro per vedere se il prodotto è attivo.

    In base alle mie esperienze, il prodotto sarà generalmente il primo risultato a comparire. Ma a volte viene spinto più in basso a pagina due o anche oltre, il che diventa confuso.

    Se il prodotto non è attivo, diventa molto meno chiaro da dove vengono prese quelle sei recensioni di prodotti. Potrebbero provenire dallo schema del prodotto sul tuo sito o da un grossista, ma se quel calcolo di “6” non corrisponde a una singola fonte, allora è l’ipotesi di chiunque.

    È anche interessante notare che le valutazioni dei prodotti sembrano aggiornarsi in tempo reale. Quindi il conteggio delle recensioni per un elenco di prodotti sul carosello di prodotti biologici dovrebbe essere lo stesso del PLA (se attivo).

    Questo può essere particolarmente preoccupante per un imprenditore, in quanto potrebbe essere necessario risolvere il motivo per cui la loro valutazione di revisione è così bassa o non rappresentativa della popolarità effettiva dei loro prodotti in base al conteggio delle recensioni.

    Lo scenario inverso di questo è in cui l’origine della revisione è chiara e il tipo di risultato #4 viene attivato per il pannello di conoscenza del prodotto. Sei in grado di vedere chiaramente da dove provengono le recensioni e risolvere i problemi di conseguenza.

    In questo esempio, il punteggio di revisione aggregato è in realtà migliore rispetto alle valutazioni sulla pagina del prodotto del sito web. Questo rivenditore ha ricevuto una valutazione più alta a causa delle varie fonti di revisione.

    Questo è dove è importante fare il proprio test. Potresti essere inserito all’interno del carosello di prodotti biologici con un pannello di conoscenza del prodotto attivato, ma questo potrebbe comportare più vendite per i grossisti tramite annunci, piuttosto che il tuo sito (non uno scenario SEO ideale).

    È importante essere cauti con questa funzione SERP, poiché ci sono molti fattori che entrano in gioco e potrebbero facilmente danneggiare il tuo marchio. Ecco un esempio in cui il rating non ha funzionato a favore di un rivenditore:

    Questo prodotto è chiaramente a basso rating in generale, ma si consiglia di lavorare verso una correzione se si stesse gestendo il SEO per Dell.

    Lo scenario di cui sopra era sicuramente un outlier basato sulla mia ricerca, tuttavia. Attraverso i 215 risultati che ho analizzato che hanno attivato un pannello di conoscenza del prodotto con una valutazione di revisione, la media per questa valutazione è stata 4.5.

    Questo è considerato estremamente alto. Sarebbero necessarie ulteriori analisi per capire perché questo era il caso (sia in relazione alle fonti di revisione, che Google preferisse ).

    Ulteriori ricerche di terze parti relative al carosello di prodotti biologici

    Ho contattato Bill Slawski per verificare se ci fossero brevetti Google relativi a questo set di funzionalità SERP.

    Le caratteristiche ricordato Bill di elementi simili Schema per la ricerca di immagini sul cellulare, mi indirizza a questo articolo del blog rilasciato da Google nel mese di aprile del 2017.

    Bill ha anche notato che c’era un brevetto di Google per quanto riguarda l’inventario dallo stesso negozio presentato dal proprietario del negozio, ma ha detto che sembrava non essere correlato.

    In termini di altre ricerche relative a queste caratteristiche, mi sono imbattuto in alcune guide molto utili sviluppate da Hamlet Batista vale la pena di verificare.

    Hamlet ha scritto i seguenti articoli che consiglierei di leggere:

    • Misurazione del traffico dalle nuove inserzioni organiche di Google Shopping
    • Come accelerare le modifiche dei prodotti nelle inserzioni organiche di Google

    Cosa riserva il futuro a questa funzione SERP?

    Credo che quello che stiamo vedendo negli Stati Uniti sia solo l’inizio. Google ha implementato questa funzione su una notevole diffusione di query relative ai prodotti negli Stati Uniti, ma c’è ancora molto spazio per l’espansione.

    I due caroselli di prodotti biologici da tenere d’occhio sono sicuramente il prodotto popolare e i migliori caroselli di prodotti. Entrambi hanno una notevole visibilità nei risultati di ricerca per le query commerciali sia su desktop che su dispositivi mobili.

    Qualcos’altro da considerare è come Google ha la capacità di inserirli nella giostra dove vogliono. Non solo sono visibili come una caratteristica distinta nella ricerca web come si sta vedendo in questo articolo, visto che appaiono nel pannello di conoscenza standard di un marchio troppo.

    Ciò potrebbe significare che ciascuno di questi caroselli potrebbe essere aggiunto all’interno di altre funzionalità SERP in futuro e non solo nella ricerca Web standard come risultato distinto.

    E non si ferma qui. Probabilmente vedremo ciascuna delle caratteristiche menzionate in questo articolo evolversi per essere ibridi di molti set di dati diversi dal web.

    Ecco un esempio per la stessa identica query in cui viene testata una versione del carosello BP, ma ora è un “top 9.”Questo ha gettato via ogni classificazione.

    Mentre mi sto avvicinando a questa funzione con cautela, sono ancora eccitato dalla prospettiva di avere un nuovo livello di SEO con cui lavorare.

    Vorrei invitare gli altri a continuare la ricerca che ho presentato in questo articolo, e per i fornitori di strumenti SEO di proporre alcune intuizioni per la comunità.

    Se lavori in SEO e non hai mai usato Merchant Center o Manufacturer Center, allora potrebbe essere il momento di sporcarti le mani e contrassegnare quei link.

    Riepilogo rapido:

    • Le funzionalità del carosello di prodotti biologici saranno lanciate a livello globale alla fine di 2019.
    • Prodotto popolare e migliori caroselli di prodotto sono le caratteristiche da tenere d’occhio.
    • Assicurati che i tuoi prodotti abbiano dati strutturati validi, un feed prodotto inviato tramite Merchant Center e un feed tramite Manufacturer Center.
    • Fai attenzione ai casi in cui il marchio dei tuoi clienti riceve un punteggio di revisione basso a causa delle fonti di dati a cui Google ha accesso.
    • Fai il tuo test. Come Cindy Krum accennato in precedenza, ci sono un sacco di click tra gli elenchi di prodotti organici carosello e pagina del prodotto del tuo sito web.
    • Ricorda: ci possono essere casi in cui non è possibile essere aggiunti al carosello a causa di un fattore di “prominenza” generale. Cercare opportunità realistiche.

    Iscriviti per i nostri riassunti giornalieri del panorama di search marketing in continua evoluzione.

    Nota: Inviando questo modulo, accetti i termini di Third Door Media. Rispettiamo la tua privacy.

    Circa l’autore

    Brodie Clark

    Brodie Clark è un consulente SEO con sede a Melbourne, Australia. Assistenza alle aziende di medie e grandi dimensioni in tutto il mondo. Seguilo su Twitter o Linkedin per rimanere aggiornato sugli ultimi sviluppi in SEO.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.