Hemopure salva la vita di un paziente con grave emorragia

Set. 22, 2020 / Dermatologia & Chirurgia plastica

Condividi

Hemopure si è rivelato un trattamento salvavita in un paziente della Cleveland Clinic che si è presentato al pronto soccorso con una grave emorragia, ma ha rifiutato una trasfusione di sangue a causa delle preferenze religiose.

Salvare una vita con breve preavviso

“Il problema di presentazione del paziente era l’emorragia da un tumore cervicale precedentemente sconosciuto”, afferma Ross H. Brubaker, DO, che ha gestito il paziente durante il suo soggiorno nell’unità di terapia intensiva della Cleveland Clinic (ICU).

Dopo che il team di radiologia interventistica ha embolizzato le arterie che portano all’utero per prevenire ulteriori emorragie, il Dr. Brubaker si è reso conto che la vita del paziente era ancora in pericolo a causa di una grave perdita di sangue e bassi livelli di emoglobina, che erano scesi a 3,3 mg/dL. Con il permesso della famiglia, ha somministrato Hemopure (Emoglobina Oxygen Therapeutics LLC), una soluzione di ossigeno a base di emoglobina (HBOC) compatibile con tutti i tipi di sangue che possono servire come alternativa al sangue.

“La necessità di mantenere la pressione sanguigna con i farmaci si è immediatamente risolta con i primi 250 mL di questo prodotto”, afferma il Dr. Brubaker. “Abbiamo somministrato un volume abbastanza piccolo del prodotto e, nonostante quel piccolo volume, la sua emergenza emodinamica si è completamente risolta. Poi abbiamo finito di caricarla con 500 ml di prodotto nel corso di circa un’ora e si è completamente girata. E ‘ stato fantastico.”

L’emopura è costituita da emoglobina bovina purificata polimerizzata con glutaraldeide ed è stabile a temperatura ambiente per tre anni. Il prodotto non è stato approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti per qualsiasi indicazione nell’uomo, ma è disponibile attraverso studi clinici o tramite il programma di accesso ampliato della FDA (EAP) per il trattamento di pazienti con anemia grave e pericolosa per la vita per i quali la trasfusione di sangue non è un’opzione. In questo caso, il Dr. Brubaker ha ricevuto l’approvazione per utilizzare il prodotto attraverso l’EAP, noto anche come compassionate use approval.

La somministrazione tempestiva di Hemopure è stata possibile perché, per fortuna, il prodotto era disponibile per scopi di ricerca nel laboratorio di Bahar Bassiri Gharb, MD, PhD. Attraverso una collaborazione tempestiva, Hemopure è stato consegnato alla terapia intensiva e utilizzato per stabilizzare immediatamente il paziente mentre più veniva spedito dal produttore. Ci è voluta un’ora tra quando il dottor Brubaker ha fatto la telefonata alla compagnia e l’amministrazione al paziente. Nei prossimi giorni in terapia intensiva, il paziente ha ricevuto Emopure aggiuntive per un totale di sette unità, dopo di che è stata trasferita in un piano di cura regolare dove è stata gestita dal team di oncologia ginecologica fino alla dimissione.

Aumentare la consapevolezza ed eliminare le barriere all’accesso

Dr. Brubaker osserva che più medici dovrebbero essere consapevoli dell’utilità dei prodotti HBOC come Hemopure in popolazioni speciali, come coloro che non possono o coloro che si rifiutano di ricevere emoderivati a causa di motivi personali o religiosi. Spera anche che la ricerca su Hemopure continuerà ad avanzare e alla fine porterà alla sua approvazione per un uso più diffuso.

“È uno di quei farmaci che penso abbia un uso di nicchia, ma purtroppo non è stato approvato per uso clinico dalla FDA”, dice. “Nei pazienti che hanno anemia pericolosa per la vita e non possono ricevere globuli rossi a causa della disponibilità, motivi religiosi o immunologici, Hemopure è l’unico prodotto che può temporaneamente prendere il posto del sangue e salvare la vita di questi pazienti.”

Lui ei suoi colleghi sperano di presentare questo caso alla prossima conferenza degli anestesisti della Society of Critical Care nel tentativo di aumentare la consapevolezza di questo farmaco molto utile.

La ricerca sull’emopure continua

Il Dr. Bassiri Gharb e i suoi collaboratori stanno attualmente studiando l’utilità dell’Emopure nella perfusione normotermica ex-vivo degli arti (EVNLP). Il suo studio, pubblicato nel numero di gennaio/febbraio 2020 di Military Medicine, ha confrontato gli arti porcini perfusi con emopure a quelli posti in celle frigorifere e ha trovato una migliore conservazione della struttura mitocondriale negli arti perfusi con emopure rispetto alla cristallizzazione e distruzione osservate negli arti in celle frigorifere. I ricercatori hanno concluso che Hemopure-EVNLP ha prodotto risultati simili a quelli del globulo rosso-EVNLP e ha assicurato la conservazione della contrattilità muscolare e della struttura mitocondriale.

“In circostanze normali, in caso di amputazione dell’arto, l’arto viene conservato sul ghiaccio e poi trasportato in un centro specializzato per il reimpianto”, afferma il Dr. Bassiri Gharb, che osserva che in un contesto traumatologico, il tempo disponibile per eseguire l’intervento chirurgico è limitato a circa 6-12 ore per segmenti di estremità grandi come braccia o gambe. Aggiunge che una tecnologia di conservazione alternativa potrebbe consentire la rianimazione dell’arto prima del reimpianto e una valutazione più approfondita dell’arto prima del trapianto, che potrebbe garantire una procedura di trapianto più efficace.

“In qualsiasi scenario di politrauma in cui vi è perdita di sangue e non vi è alcuna disponibilità immediata di emoderivati, l’emopura potrebbe essere utile”, afferma. “Ad esempio, questo potrebbe essere un incidente stradale.”

Dice che un nuovo studio clinico che studia l’uso di Emopure in un ambiente traumatico è stato impostato per iniziare in Sud Africa prima del colpo di COVID-19. Il processo è finanziato dagli Stati Uniti. Dipartimento della Difesa e si propone di fornire ulteriori informazioni circa l’utilità di Emopure in ambito pre-ospedaliero e durante il trasporto del paziente quando di solito i prodotti del sangue non sono disponibili contribuendo alla mortalità.

Condividi

    trasfusione di sangue Emopura emorragia Ross Brubaker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.