Come tornare in scrittura: 8 Tips

C’è un detto tra gli scrittori che la scrittura è davvero un’arte: l’arte di ottenere il culo sulla sedia, stare lì senza controllare Facebook, e la scrittura.

Anche prima di laptop e iPhone, questo era vero. Racconto maestro Flannery O’Conner notoriamente detto, ” Non lo so se la musa sta per presentarsi in un dato giorno, ma perbacco, ho intenzione di essere alla mia scrivania ogni giorno dalle 8 alle 12 ogni mattina nel caso in cui lo fa.”

Gli scrittori più seri sanno che l’unico modo in cui puoi definirti uno scrittore è scrivere ogni giorno. O almeno la maggior parte dei giorni della settimana. Il problema è che la maggior parte degli scrittori viene messa da parte ad un certo punto della loro carriera.

Gli scrittori possono sentirsi sopraffatti dalla quantità di lavoro regolare che regola i loro giorni. Forse sentono di poter a malapena spremere il tempo di dormire, molto meno il tempo di scrivere. Quelli con i bambini possono trovare quasi impossibile scrivere tra i risvegli notturni, le prime alzate e l’esaurimento unico nel suo genere che inghiotte i genitori una volta che i loro figli vanno finalmente a dormire.

Quindi cosa deve fare uno scrittore? In che modo gli scrittori esausti o sopraffatti o semplicemente scoraggiati tornano a scrivere?

Abbiamo otto consigli solo per te.

Scopri perché hai iniziato a scrivere in primo luogo

La maggior parte degli scrittori ricorda il momento in cui si sono lasciati trasportare dalle onde dei loro mondi immaginari. È un po ‘ come la prima volta che ti rendi conto che un libro che stai leggendo ti ha completamente affascinato. Solo che questa volta sei tu a creare le scene avvincenti.

Si’. Si’, invece.

Dopo aver lavorato duramente al vostro mestiere per mesi e anni, altri potrebbero riconoscere il valore della tua scrittura, pure. Insegnanti, membri del gruppo di critica, o anche agenti e redattori possono dirvi che le vostre parole si incastrano in modi che non hanno mai visto prima.

Quando smetti di scrivere, per qualsiasi motivo, e vuoi tornare a scrivere, ricorda perché hai iniziato.

Era quella sensazione magica di creare qualcosa di nuovo? La sfida di creare una trama che ha pinzato i tuoi lettori alla pagina? Il lento ma delizioso compito di modificare la tua prosa fino a quando non era quasi poesia?

Prenditi un momento per scrivere il motivo su un pezzo di cartoncino o una nota adesiva, quindi incollalo sulla scrivania. (O se non si dispone di una scrivania, nastro al di fuori del vostro computer portatile!) Mettilo a livello degli occhi in modo che ogni volta che cammini vicino alla tua scrivania, ti venga in mente perché hai mai iniziato a scrivere in primo luogo.

Tutta la scrittura ha bisogno della motivazione per portare avanti la creatività. Se riesci a ricordare quella scintilla originale, hai molte più probabilità di tornare alle tue vecchie abitudini di scrittura.

Vieni con un rituale di scrittura

Alcuni scrittori (ok, un sacco di scrittori) preparano una pentola di caffè prima di mettere il sedere sul sedile. Altri fanno il tè. Altri ancora ottengono un piccolo spuntino come noci o frutta secca — qualcosa che li tiene da masticare, che li aiuta a rimanere svegli.

Potresti aver avuto un rituale di scrittura di successo quando hai iniziato a scrivere. Forse eri il tipo di scrittore che si è svegliato alle 5 del mattino, ha preso il caffè e ha scritto tre pagine. Ora hai un bambino che lo percepisce quando provi a svegliarti davanti a lui, quindi il tuo vecchio modo di scrivere è impossibile. Veramente. (Sì, sto parlando di me stesso.)

Devi pensare ad un altro modo. Se tuo figlio fa un pisolino, fallo diventare il tuo nuovo rituale: prepara la tua tazza di caffè pomeridiana e sistemati sul divano con il tuo laptop.

O se il bambino non dorme più (sob!), dovrai trasformare la notte in tempo di scrittura. Questo può essere straziante. Dopo una lunga giornata di genitori, tutto quello che vuoi fare è veg fuori di fronte a Netflix.

Come si sentono la maggior parte dei genitori e degli operatori sanitari dopo una giornata tipo.

Una tazza di caffè (o decaffeinato) e un sit nella tua sedia preferita possono ricordarti il tuo rituale mattutino perduto da tempo e renderlo un po ‘ più facile da scrivere la sera.

Puoi anche leggere le pagine di un libro di artigianato preferito o anche di un romanzo prima di scrivere. Questo dà al tuo cervello una piccola pausa dalla creazione, ma allo stesso tempo lo prepara a funzionare perché stai leggendo le parole scritte di altri popoli. Cosa c’è di più stimolante?

Qualunque rituale tu scelga, seguilo. In poco tempo, il tuo cervello riconoscerà quella tazza di caffè serale come un presagio per scrivere il tempo. O se un certo rituale non aiuta, provane un altro!

Ottieni un pianificatore

Sì, il tuo telefono ha promemoria e un calendario. Ma ottenere un pianificatore di carne e sangue può essere più utile perché ti costringe a scrivere le cose con una matita in mano. Questo è un modo provato per aiutarti a elaborare le informazioni e organizzare il tuo cervello.

Pianifica un tempo impostato cinque giorni alla settimana (o tre, o sette se sei ambizioso) per scrivere e annotare quel tempo nel tuo pianificatore.

Quindi assicurati di controllare il tuo pianificatore ogni giorno.

E non dimenticate che atto oh-così-soddisfacente di attraversare il tempo di scrittura sul vostro pianificatore una volta che hai completato.

Imposta un timer di 10 minuti

Dopo aver messo in atto il tuo rituale e i tuoi tempi di scrittura nel tuo programma, sistemati per la tua prima sessione di back-to-writing.

Se sei uno studente universitario e hai appena studiato duramente per un esame e tutto quello che vuoi fare è tornare a dormire, fai un respiro profondo.

Sei una mamma esausta che ha avuto figli aggrappati a te e ti fa domande tutto il giorno? Fai un respiro profondo.

Guarda quella notecard che hai registrato sul tuo laptop in precedenza, la tua ragione per scrivere. Vi sentirete più come te una volta che si scrive. E questo è un regalo per cui vale la pena rimanere svegli.

(Ma, mamme e papà, se hai avuto una notte davvero orribile con un bambino malato o insonne, prenditi una pausa. Riprova domani. A volte quelle tipiche regole di scrittura non si applicano ai custodi — e sì, questo include i genitori.)

Ora imposta un timer per dieci minuti. Dite a voi stessi che alla fine di quei dieci minuti, si può andare a letto, o veg su Netflix, o leggere un romanzo.

Utilizzare questo tipo di timer se il telefono è troppo distrazione!

Ma prima, è necessario ottenere dieci minuti di scrittura in.

Ti sfido a non essere scioccato quando il timer si spegne. Più spesso, le tue dita saranno calde. Sarai nascosto nel tuo mondo immaginario e non vorrai fermarti al timer di dieci minuti.

Ma se lo fai, va bene. Hai fatto dieci minuti di lavoro, quindi controlla nel tuo pianificatore. Dieci minuti di scrittura sei giorni alla settimana sono un’ora alla settimana di scrittura. Non male per qualsiasi creativo occupato.

Ancora più importante, scrivere ogni giorno ti porterà l’abitudine di scrivere regolarmente.

Se hai più resistenza ma hai bisogno di pause, prova a scrivere interval

Hai mai provato interval running? Sai, quella forma di corsa in cui praticamente scarichi i polmoni d’aria per cinque minuti e poi corri lentamente per dieci, o sprint per trenta secondi e jogging per due minuti, o qualsiasi altra cosa?

Quando sei esausto ma vuoi impegnarti in una parte più lunga del tempo di scrittura quotidiano, la scrittura a intervalli può fare miracoli. È molto più piacevole della corsa a intervalli.

A differenza della corsa a intervalli, la scrittura a intervalli non ti farà sudare.

Ecco come funziona: prendi il tuo caffè, siediti sulla tua sedia da scrittura, leggi la tua citazione motivazionale e imposta un timer per dieci o quindici minuti.

Dedica tutto il tempo alla scrittura. Nessun controllo Facebook, Twitter, o Instagram. Metti il telefono in un’altra stanza e chiudi la porta se necessario.

Quando il timer suona, passare alla corona o quando ci vedono o Questo è noi o qualsiasi spettacolo ti ha nella sua presa in questo momento. Impostare un altro timer per dieci o quindici minuti. Ora lasciatevi ottenere spazzato nel vostro spettacolo senza sensi di colpa fino a quando il timer si spegne.

Poi tornare al lavoro! Se fai tre giri di scrittura a intervalli, avrai trascorso un’ora alla tua scrivania. La metà di quel tempo, avrai speso a scrivere.

(O anche di più — potresti scoprire di essere così portato via nella tua finzione che non ti fermi nemmeno quando il timer si spegne.)

Traccia le tue idee

Cosa succede se vuoi scrivere, ma ora il tuo pozzo di ispirazione sembra asciutto? Cosa fa?

  • Prendi un bel quaderno e un paio di matite o penne affidabili. Iniziare a prendere il vostro notebook con voi ovunque andiate. Annota frammenti di idee che ti arrivano.
  • Pensa agli eventi della tua vita. Ci sono quelli che si desidera scavare più a fondo? Qualcuno di loro potrebbe essere il punto di partenza per un racconto o un romanzo?
  • Leggi un vecchio libro preferito. O ri-guardare un fantastico film o show televisivo. Prestare attenzione a ciò che rende quell’opera d’arte così potente. Sono i personaggi? La trama? Il modo in cui gli scrittori o gli attori possono trasmettere emozioni come in nessun posto che hai mai visto prima?
  • Accendere un po ‘di musica, tenere il notebook a portata di mano, e fare un po’ di lavoro con le mani. Dipingi anche se non sei un pittore, o semplicemente piega i vestiti. Lascia che la tua mente vaghi e presti attenzione a qualsiasi piccola scintilla che potrebbe significare che hai un’idea di birra.
  • Vai a fare una lunga passeggiata. Con il tuo notebook, ovviamente! (Sì, è possibile utilizzare il telefono troppo.) Fermati e annota scene interessanti man mano che arrivano. Potresti scrivere qualcosa di semplice come il modo in cui la luce del sole splende sulla corteccia degli alberi. Basta prestare attenzione al mondo intorno a te. Notate tutto.

Dopo la fase di raccolta dell’ispirazione, inserisci questa frase per il tuo protagonista

Ha un personaggio modellato dalle tue note? Se no, va bene. Ma ecco un’utile affermazione iniziale che può aiutare a modellare il corso della tua storia:

Il protagonista ha bisogno di x.

Questa frase sembra semplice, ma può essere difficile rispondere. Gli scrittori possono ottenere attraverso intere bozze senza sapere come riempirlo.

Dopo qualche pensiero, potresti scrivere qualcosa del genere:

La madre single ha bisogno di un’ancora di salvezza perché sta annegando nella lotta per tenere a galla i suoi tre figli piccoli e se stessa.

(Vedi come la semplicità della domanda si presta ai dettagli? Dopo questo, porsi altre domande che possono portare a una storia completamente concretizzata.)

Se le prime risposte che annoti non suscitano interesse in te, vai avanti. D’altra parte, se hai una grande lista di risposte che potrebbero essere tutti romanzi separati che ti piacerebbe scrivere, aggrappati a ogni risposta.

Ne avrai bisogno per il passaggio successivo.

Prendete le vostre idee per PickFu e vedere cosa pensa la gente

Un sacco di scrittori testare le loro idee storia ad un pubblico di Facebook, che è un passo nella giusta direzione. Stai scrivendo il tuo romanzo per te stesso, sì, ma lo stai scrivendo anche per un pubblico di lettori.

È utile sapere cosa affascina la loro attenzione — e cosa no.

Ma ecco la cosa: gli amici di Facebook sono proprio questo. Amico. Potrebbero essere onesti con te, ma sono più propensi ad adorare la tua idea perché ti adorano (o almeno lavorano con te e non vogliono dire qualcosa di onesto che renderà imbarazzante il lunedì.)

Questo è dove entra in gioco PickFu. Con PickFu, è possibile creare un sondaggio che mette alla prova le vostre idee. Ecco alcuni dei diversi modi per utilizzare PickFu come scrittore:

  • Buca le tue due, tre o anche quattro idee preferite l’una contro l’altra in un sondaggio split-test.
  • Scrivere due versioni delle prime 200 parole e split-test su PickFu per vedere quale si collega con il pubblico più.
  • Scrivi una versione della tua prima pagina (circa) e chiedi un feedback su di essa. E ‘ interessante? Gli intervistati continuerebbero a leggere?
  • Se si lotta con la caratterizzazione o il dialogo, prendere una parte di quella zona in difficoltà dal progetto e chiedere intervistati PickFu come potrebbe essere migliorata.

La cosa bella di PickFu è che hai la garanzia di 50 risposte a una qualsiasi delle domande di cui sopra. Se scegli di dividere il test, riceverai voti sulle diverse scelte, oltre a un feedback scritto dettagliato.

Dai un’occhiata a questo recente sondaggio PickFu, in cui l’autore ha testato due diverse versioni di una descrizione del libro:

Se tu fossi questo scrittore, quale descrizione andresti con basato sui voti da solo? B, giusto? Ma puoi capire perché gli intervistati l’hanno scelta, ed è importante considerare queste informazioni quando prendi la tua decisione creativa:

Tutto quel feedback è il sogno di uno scrittore.

Ancora meglio, gli intervistati PickFu sono onesti al 100% con te. Non hanno idea di chi sei. Nulla offusca il loro giudizio.

Ma la cosa migliore è che puoi scegliere quale tipo di pubblico risponde al tuo sondaggio. Vuoi che le persone che leggono almeno un libro al mese rispondano al tuo sondaggio? PickFu ti ha coperto. Preferisci feedback da parte dei membri di Amazon Prime che si spera acquistare il tuo libro in forma Kindle? PickFu può fare anche questo.

O preferiresti assicurarti che il tuo pubblico sia composto interamente da lettori di narrativa-o se stai scrivendo saggistica, lettori di saggistica? PickFu può darti un pubblico che legge ciò che scrivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.