C’è un medico in casa? Una storia di preparazione atletica

C’è un medico in casa? Una storia di preparazione atletica

Per fortuna, la maggior parte di noi non hanno mai sentito queste parole gridate dal campo di gioco in tempi moderni. Ma questo era estremamente comune nel passato non troppo lontano. Anche ancora, ci è voluto molto tempo e un sacco di lavoro per arrivare dove siamo oggi; ora viviamo in un momento in cui un preparatore atletico può essere visto a margine della maggior parte degli eventi sportivi (e in molte altre aree inaspettate). Marzo è il mese nazionale di preparazione atletica. Ogni anno, prendiamo più tempo dai nostri programmi per aiutare a educare il pubblico (e davvero chiunque ascolterà) su chi siamo e cosa facciamo.

La professione di preparazione atletica ha una storia molto ricca, con radici nella cultura dell’antica Grecia. La presenza di Paidotribes (tradotto “ragazzo-gomma”) e Aleittes (tradotto “annointer”) indicano l’importanza del massaggio nell’atletica durante quel periodo. Si dice che le ginnaste mediche abbiano svolto un ruolo importante nell’esplorare le prime idee sull’effetto della dieta, del riposo e dell’esercizio nello sviluppo del corpo.

Fast forward alla fine del 1800 – Primi anni del 1900 in America. Il football americano è stato introdotto. La maggior parte degli sport erano ricreativi per il pubblico americano. Anche se, sport come il baseball, hockey e calcio stavano guadagnando trazione nei regni collegiali e professionali. Gli atleti hanno gestito le proprie ferite, e gli uni degli altri. Con lesioni e morti legate allo sport in aumento, la necessità di un professionista medico dedicato sul campo è diventato sempre più evidente.

In un primo momento “formatori” erano responsabili per il trasporto di acqua, in qualità di team manager, e saltando per fornire un massaggio occasionale. Uno dei pionieri originali della preparazione atletica fu Samuel E. Bilik, che iniziò come preparatore atletico part-time per l’Università dell’Illinois. Bilik ha continuato a diventare un medico, e ha scritto il primo testo significativo sul tema della formazione atletica. Nel suo testo The Trainer’s Bible (in seguito chiamato Athletic Training), Bilik si è concentrato sul suono, sugli stili di pratica logica nel suo testo ed è tra i primi sostenitori di ciò che ora sappiamo essere “pratica basata sull’evidenza” nel campo della formazione atletica.

Altre figure di rilievo nella storia della professione includono Chuck e Frank Cramer. Fondarono la Cramer Chemical Company e pubblicarono una newsletter chiamata The First Aider che è ancora in circolazione oggi. Gli sforzi per organizzare la National Athletic Trainers’ Association fallirono tra le sfide della seconda guerra mondiale alla fine del 1930 e all’inizio del 1940. La prima NATA fu sciolta alla fine della guerra, e i Cramers giocarono un ruolo chiave nel ristabilimento della NATA sponsorizzando la prima “NATA Clinic” nel giugno del 1950 a Kansas City, Mo. I Cramers continuarono a sostenere generosamente la NATA sottoscrivendo le loro spese in modo che potessero concentrarsi sulla crescita dell’organizzazione e della professione. Cramer è ben noto nel settore della medicina dello sport per la fornitura di prodotti di alta qualità per i preparatori atletici e gli altri che si prendono cura degli atleti. Il NATA Annual Clinical Symposia continua ancora oggi, ed è una continuazione della clinica originale.

William E. “Pinky” Newell è accreditato con portare una struttura significativa per la professione di preparazione atletica, tra cui la creazione di un Codice etico, una rivista di ricerca scientifica, e aprendo la strada per un curriculum modello per gli studenti di preparazione atletica, per citarne alcuni. Questo progresso è continuato nei primi anni 1970, quando sono stati stabiliti i curricula collegiali e i requisiti per gli esami di certificazione nazionali.

Oggi, la National Athletic Trainers’ Association è composta da 44 dipendenti a tempo pieno, 45.000 membri ed è un pilastro della professione in tutti gli Stati Uniti. Preparatori atletici possono essere trovati in molte aree della sanità compreso ma non limitato a: liceo, collegiale, e sport professionali, uffici medico, organizzazioni militari e tattiche, le arti dello spettacolo, ospedali, centri benessere, sport olimpici e altro ancora. Il mondo non sarebbe lo stesso senza preparatori atletici, e abbiamo coloro che compongono la nostra storia per ringraziare per questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.